Eventi

 

CARNEVALE

SA SARTIGLIA – ORISTANO

www.sartiglia.info
Il Carnevale più spettacolare della Sardegna: Cavalli e Cavalieri mascherati danno vita a una giostra medioevale dalle tradizioni antichissime, tamburini che rullano incessantemente, il capo corsa " Su Cumpoidori" con indosso la Maschera di un Dio misterioso impugna la spada tenendola dritta davanti a sé dando inizio a "La corsa alla stella".  L’ultima domenica e il martedì di Carnevale, ogni anno, Oristano diventa capitale della Sardegna, tuffandosi nel passato e diventando il palcoscenico di una giostra medioevale:             La Sartiglia.

La manifestazione, che dagli Oristanesi è vissuta con intensità emotiva indescrivibile, è un’occasione speciale per vivere le antiche tradizioni, ammirare le coraggiose ed emozionanti coreografie sui cavalli e gli splendidi abiti della tradizione Sarda e Spagnola.

Dentro la Sartiglia convivono elementi di tradizione e cultura tramandati da centinaia d’anni.

 

MOSTRA MERCATO MEDITERRANEA

Nell’ambito delle iniziative previste per la promozione delle piccole e medie imprese, la Camera di Commercio di Oristano organizza la mostra mercato “Mediterranea".
La manifestazione si tiene ad Oristano durante la settimana di Carnevale e fa da cornice alla Sartiglia e agli eventi in programma per il Carnevale oristanese. L'evento si articola in varie esposizioni allestite all’interno di Palazzi di pregio storico-artistico ubicati nel centro storico della città di Oristano e con altre iniziative.

 

SAGRA DELLA ZIPOLA - NARBOLIA

Chiude i festeggiamenti del carnevale, cade sempre di Domenica, la sagra della Zipola, dolce tradizionale di queste festività, che ha luogo in un bellissimo piccolo paese ai piedi del Montiferru, Narbolia.

Varie postazioni di frittura, musica e balli sardi in piazza.

 

PASQUA - PASQUETTA

SAGRA DEL TORRONE - TONARA

Nata per festeggiare il poeta locale Peppinu Mereu, la sagra è una preziosa ricorrenza per Tonara ed ha luogo il giorno dopo Pasqua. In questa occasione, le donne tonaresi producono il famoso torrone in piazza per poi distribuirlo ancora caldo ai turisti. Innumerevoli sono i curiosi che si accalcano per assistere alle varie fasi di lavorazione del torrone.

La manifestazione si svolge lungo tutta la via principale del paese. Su tutto un lato della strada sono presenti innumerevoli bancarelle di ambulanti che propongono al pubblico le diverse varietà del golosissimo e famosissimo dolce tonarese e produzioni artigiane locali. La degustazione del torrone non è l’unico aspetto della sagra, infatti, in mattinata, si esibiscono gruppi folk provenienti da diversi paesi della Sardegna e si allestiscono mostre di pregiati tappeti fatti a mano dalla popolazione tonarese.

 

 

FEBBRAIO – MARZO - APRILE 

LE ISOLE DEL GUSTO - Oristano e Provincia

www.leisoledelgusto.it


"Le isole del gusto", la rassegna enogastronomica organizzata dalla Camera di Commercio di Oristano, in collaborazione con le Associazioni di categoria, nasce nel 2006. La rassegna è finalizzata a promuovere e sostenere la ristorazione d’eccellenza del territorio, attraverso l’utilizzo dei prodotti tipici locali, la valorizzazione della cultura enogastronomica e la collaborazione coi piccoli produttori locali, incentivando l’utilizzo delle materie prime stagionali e la creazione di menù a chilometro zero. L’abbinamento dei menù coi vini del territorio consente, inoltre, di promuovere le etichette degli enopoli dell’oristanese. Da alcuni anni “Le isole del gusto” riserva un primo momento di confronto ai ristoranti e alle trattorie, in occasione delle manifestazioni del carnevale. Un secondo momento di confronto, invece, è programmato in primavera e vede protagonisti gli agriturismo e gli ittiturismo.

 
 

MAGGIO

SAGRA DELLA FRAGOLA - ARBOREA

Immersi in uno dei borghi più verdi della Sardegna, in giro per gli stand potrete degustare i favolosi assaggi di fragole e panna. Inserita nella più ampia fiera dell'agricoltura, la festa delle fragole, è l'occasione per riscoprire il mondo contadino più autentico e genuino. Fragole ma non solo. A vostra disposizione troverete interi Stand dedicati alla ristorazione con i migliori prodotti e i dolci tipici, accompagnati dall'impareggiabile vino locale.


 

LUGLIO

S'ARDIA – SEDILO

www.santuantinu.it
Una corsa sfrenata fatta in onore di San Costantino, che si svolge ogni anno a Sedilo la sera del 6 luglio e si ripete la mattina del 7 e ricorda la battaglia di Ponte Milvio tra Costantino e Massenzio. È guidata da un capocorsa, sa prima pandela, seguito da altri due cavalieri, sa secunda e sa terza, e da tre scorte, che rappresentano Costantino e il suo esercito. Vi partecipano, ogni anno, circa 100 cavalieri che, invece, rappresentano i pagani guidati da Massenzio.

 

FIERA DELL'ARTIGIANATO ARTISTICO DELLA SARDEGNA – MOGORO

www.fierartigianatosardegna.it

Da Fine Luglio a Inizio Settembre

La Fiera dell’Artigianato Artistico della Sardegna è uno spazio espositivo e culturale che nasce per raccontare, mettere in mostra e valorizzare le eccellenze dell’artigianato artistico sardo. È la più longeva manifestazione fieristica in ambito artigianale di tutta la regione. È uno spazio espositivo che si rinnova anno dopo anno, in cui la narrazione della Sardegna viene fatta attraverso le storie e le creazioni dei migliori maestri artigiani di tutta l’Isola.

È l’evento in cui i visitatori possono immergersi nella Sardegna più nascosta, fatta di laboratori e persone che si sporcano le mani, e respirare la cultura dell’Isola grazie alla bellezza delle sue creazioni, la passione delle persone che la abitano, la ricchezza della sua storia nelle tecniche artigiane che si tramandano da generazioni.

In Fiera si possono trovare manufatti di Ceramica, Tessitura e Tessuti, Oreficeria, Coltelleria, Legno, Metalli, Pelletteria, Cestineria, Vetro, Ricamo.

 

TESSINGIU - FIERA DELL'ARTIGIANATO SARDO - MUSEO MURTAS - SAMUGHEO

Da Fine Luglio a Inizio Settembre

www.murtas.it

Il MURATS Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sarda si trova a Samugheo, ed è nato grazie alla volontà di recuperare e conservare la memoria storica tessile della Sardegna.

Il Museo si trova alla periferia del paese, centro rinomato per la fiorente produzione tessile, in una nuova costruzione su due piani e articolati in vari ambienti. Ha una struttura formata da tre sale espositive, due al piano terra e uno al primo piano per un totale di 750 mq circa. La sua attività si divide tra la realizzazione di mostre temporanee, con progetti dedicati al settore dell’artigianato sardo, e l’esposizione permanente della sua Collezione che è composta da un sostanzioso corpus di manufatti provenienti da diverse parti dell’Isola: si tratta di, coperte, lenzuola, biancheria per l’infanzia, biancheria per uso quotidiano, bisacce e teli per la campagna, abbigliamento per il pastore, costumi tradizionali per le feste e strumenti tra i quali telai tradizionali in legno, attrezzature e strumenti vari per la tessitura, capi samughesi di abbigliamento giornaliero e festivo, preziosi manufatti tessili del Settecento, realizzati artigianalmente in lana, cotone e lino. Tra i pezzi più rari figurano gli “Affaciadas”, piccolissime strisce di tessuto finemente lavorato che si esponevano nei balconi durante la processione del Corpus Domini, mentre per rarità spiccano cinque “Tapinos ‘e mortu”. Tra i manufatti della collezione del Museo sono presenti anche quelli della collezione Cocco. Il Museo tra i suoi servizi offre anche una serie di laboratori tematici destinati alle scuole di diverso grado.

 

AGOSTO

SAGRA DELLA BOTTARGA- CABRAS

Nel mese di agosto Cabras dedica alla bottarga di muggine una sagra che offre l'opportunità di degustarla con le molteplici portate di antipasti, primi e secondi piatti. La "Sagra della Bottarga", manifestazione che valorizza la cultura, la storia e gli aspetti gastronomici di questo prelibato alimento costituito da uova di muggine, provenienti dagli stagni del comune di Cabras, lavorate dai pescatori, in modo da divenire un vero e proprio "caviale" del Mediterraneo. In occasione della Sagra l'amministrazione comunale organizza stands per la degustazione e la vendita promozionale di bottarga. Le uova di questo muggine (cefalo volpino) vengono lavorate ancora oggi con il metodo antico, ricoperte dapprima con sale e successivamente pressate ed esposte all'aria in modo naturale per la stagionatura. Il risultato è una tavoletta dal colore ambrato, morbida dal gusto intenso e delicato. E' possibile visitare la Peschiera di mar'e Pontis per ammirare il lavoro del pescatore che è praticamente rimasto immutato nei secoli. 

 

MOTORADUNO DELLA VERNACCIA – RIOLA

Uno dei più grandi in Sardegna, richiama gli amanti del mototurismo dalla regione e non, propone spettacoli freestyle, promuove la produzione locale, permette di immergersi con le due ruote in territori meravigliosi, in quella natura che la suggestiva Penisola del Sinis offre ai suoi visitatori. Le moto vengono esposte dai proprietari, così da poter essere ammirate dai passanti, come vere protagoniste della 3 giorni. Centinaia di spettatori attendono il loro passaggio, godendo delle emozioni che il rombo dei motore regala loro.

 

REGATA DE IS FASSONIS – SANTA GIUSTA

La prima Domenica del mese di Agosto ha luogo La Regata de is fassonis (antica imbarcazione dei pescatori delle lagune locali) si svolge ogni anno durante la prima domenica di agosto, con lo scopo di tutelare le tradizioni del paese di Santa Giusta e allo stesso tempo favorire lo sviluppo turistico del centro lagunare. Durante la gara i regatanti si sfidano con i cius a remi, su fassoni a remi e su fassoni a cantoi



 

 

SETTEMBRE

SAN SALVATORE – LA CORSA DEGLI SCALZI - CABRAS

www.corsadegliscalzi.it
Le origini di questa corsa a piedi nudi, sono incerte e spesso mischiano fantasia, mito e religione. Si racconta infatti che durante l’ennesima incursione barbaresca, per sottrarre la statua del Salvatore alla furia dei mori, gli abitanti l’abbiano trasportata in spalla, di corsa a piedi scalzi dal villaggio di San Salvatore al paese di Cabras.

La leggenda ricorda che, a causa del gran polverone sollevato dalla corsa e dai rami trascinanti lungo il sentiero, i mori si spaventarono e fuggirono, pensando di dover affrontare un potente esercito in arrivo. La statua del santo è stata poi riportata nella sua chiesetta e da allora, ogni anno, in ricordo di quell’episodio miracoloso, il rito viene ripetuto in segno di fede.

Centinaia di fedeli di Cabras, nel sabato che precede la prima domenica di settembre accorrono per portare il Simulacro in processione di corsa inneggiando il Suo Nome, indossando rigorosamente un saio bianco e scalzi, attraversando i sentieri sterrati del Sinis, nel villaggio di San Salvatore, dove vengono celebrati i festeggiamenti del Santissimo, per poi riaccompagnarlo il giorno seguente nella Chiesa di Santa Maria Assunta.

Festeggiamenti civili e sagre dedicate ai prodotti della penisola del Sinis accompagnano novene e festeggiamenti religiosi.

 

 NOVEMBRE

"PRENTZAS APERTAS" – LA FESTA DELL'OLIO NUOVO – SENEGHE

La manifestazione si svolge in un paese alle pendici del Montiferru, uno dei territori d'eccellenza dell'olio sardo. Siamo appena a nord di Oristano. Il programma della "festa dell' olio nuovo" si basa su immancabili degustazioni, e visite agli antichi frantoi, mostre fotografiche, canti e balli in piazza

 

 RASSEGNA DEI VINI NOVELLI - MILIS

L'attesissima Rassegna dei vini novelli della Sardegna si tiene in due giornate, sabato e domenica. Il programma offre svariati stand nelle strade del centro storico di questo piccolo paese della provincia di Oristano che guidano i visitatori in un percorso enogastronomico, mentre lo storico Palazzo Boyl ospita convegni e mostre. Il fine è quello di promuovere i principali vini della Sardegna - che negli ultimi anni stanno ottenendo importanti riconoscimenti - accostati ai migliori prodotti gastronomici della nostra isola.

 

GALLERIA